Crea sito

Pubblicità

Lo spettacolo dei tifosi sugli spalti

Gli appassionati di calcio e gli sportivi in genere hanno ancora negli occhi quella bellissima coreografia cui hanno dato luogo i giocatori islandesi ed i loro tifosi dopo l’eliminazione ai quarti di finale di Euro 2016: al termine della partita contro l’Inghilterra infatti, giocatori e supporters hanno mostrato al mondo intero il “Geyser Sound”, il tipico coro che è diventato in un attimo un fenomeno condiviso da milioni di persone. Una coreografia toccante che ha coinvolto giocatori in campo e tifosi sugli spalti, dando vita ad uno spettacolo da brividi che ha fatto passare in secondo piano l’eliminazione dal torneo continentale.

Le tifoserie di calcio non sono nuove a spettacoli emozionanti come questo ed in alcuni casi, complice anche qualche torcia fumogena, l’atmosfera diventa ancora più suggestiva. Così fu ad esempio in occasione di Bayern Monaco – Lione del 2010, partita valida per l’accesso alla finale di Champions League disputata a Madrid. In quell’occasione i tifosi di casa diedero vita ad una scenografia che tutt’oggi viene utilizzata quale immagine simbolo del tifo in Germania, uno spettacolo di luci e colori mai visto prima in uno stadio di calcio, e per questo considerato a tutti gli effetti un’opera d’arte dei giorni nostri.

Anche in Italia abbiamo vissuto dal vivo momenti di una simile intensità sportiva sugli spalti:  basti pensare all’addio di Francesco Totti al calcio giocato e alla bellissima coreografia che i tifosi della Roma hanno preparato per l’occasione. L’intero stadio era colorato di giallorosso ed un immenso striscione rendeva omaggio al capitano, mentre il suono incessante delle trombe stadio accompagnava ogni giocata ed ogni intervento di colui che nel tempo è diventato un simbolo per i suoi tifosi e per ogni sportivo in genere, un punto di riferimento ed un esempio anche per le generazioni a venire, dato il suo grande attaccamento alla maglia.

Dare vita a coreografie di questo tipo significa dimostrare il proprio amore per questo sport, prima ancora che per la propria squadra, perché fa in modo da arricchire lo spettacolo rendendolo ancora più emozionante. Contrariamente a quel che si possa pensare, realizzare una scenografia degna di essere chiamata tale non è poi particolarmente oneroso se si considera che il prezzo dei fumogeni o delle trombe da stadio è accessibilissimo per ogni singolo tifoso, per cui ciascuno ha l’opportunità di fare la propria parte e andare allo stadio pronto a rendere l’intero ambiente ancora più suggestivo.

 

No comments yet.

Add your response

Link Sponsorizzati free

Contattaci sul sito se hai bisogno di sponsorizzare il tuo link!

1 - Diavio Viaggi

2 - Flogger

3 - Come ringiovanire