News

Petrolio, avvio di settimana in calo per Brent e WTI sui mercati

La scorsa settimana è stata molto intensa sul mercato del petrolio. La contrazione improvvisa delle riserve – pubblicata qualche giorno prima dall’EIA – ha messo un po’ di pepe inizialmente alle quotazioni, con i future sul greggio con scadenza a giugno che hanno guadagnato subito terreno, fino a toccare i massimi mensili il 12 aprile.

Andamento del greggio

petrolioPoi c’è stata la virata al ribasso dopo otto sessioni consecutive in positivo (e formazioni di breakaway pattern), a seguito di un altro rapporto EIA che segnala forte eccesso di offerta e un calo imprevisto nelle riserve complessive di petrolio greggio USA, scese in settimana di 2,2 milioni di barili in corrispondenza di un calo delle importazioni per 717.000 barili al giorno.

Va detto che sempre settimana scorsa ci sono state poi le notizie riguardanti l’Arabia Saudita. Pare infatti che pare starebbe incoraggiando gli altri membri dell’Opec ad ampliare l’orizzonte temporale dei tagli ben oltre il mese di giugno.

Oggi invece comincia all’insegna del calo la settimana del petrolio. Il barile Wti, referente Usa dell’oro nero, cede 47 centesimi e si attesta a 52,71 dollari; mentre il Brent, referente europeo, perde 48 centesimi e va a 55,41 dollari al barile (occhio alla formazione di Pattern Two Crows Gap).

I mercati hanno messo nel mirino i dati in arrivo dagli USA riguardo l’aumento della produzione, e l’ormai prossima riunione dei ministri Opec, in programma a Vienna il prossimo 25 aprile. Una possibile estensione a tutto il 2017 degli accordi sui tagli alla produzione, avrà un effetto di sostenere il mercato.
Ad arginare l’aumento dei prezzi del petrolio potrebbero invece contribuire i timori riguardo l’aumento della produzione negli USA, a maggior ragione dopo gli ultimi dati sulle scorte.

Link Sponsorizzati free

Contattaci sul sito se hai bisogno di sponsorizzare il tuo link!

1 - Diario Viaggi

2 - Come Fare Soldi

Tags: , , ,

No comments yet.

Add your response