Bacheca Annunci Generici

Settore dell’acciaio, la tassa cinese sull’export rischia di aggravare la situazione

laser industriali

Potrebbe esserci una nuova scossa ad agitare il mercato delle materie prime, ed in particolare quello del settore dell’acciaio. Dalla Cina giunge infatti la notizia che il governo di Pechino vuole introdurre una tassa del 15% sulle esportazioni.
La scelta cinese si mette in scia a a quella già annunciata dalla Russia.

Cosa accade nel settore dell’acciaio

laser industrialiGià a fine aprile Pechino aveva avviato politiche di disincentivo alle esportazioni, togliendo le sovvenzioni sull’iva per il materiale siderurgico in uscita dal paese.
Adesso si aggiunge quest’altra mossa, che porterebbe a un impoverimento ulteriore nelle forniture globali di metallo. Peraltro in un contesto in cui il settore dell’acciaio già sta vivendo una fase di deficit di offerta.

Questo impoverimento dipende dalla forza della ripresa globale, e siccome la Cina è stata la prima a riprendersi, ha bruciato tutti sul tempo. Ma anche la forte richiesta degli Stati Uniti spinge sul prezzo. Senza considerare le immancabili manovre speculative. Ne deriva il forte pericolo di un ulteriore aumento dei prezzi.

Nota: prima di avventurarsi nel mercato delle commodities, è il caso conoscere i CFD come funzionano (contratti per differenza).

Prezzi sempre più in alto

Va ricordato che nel corso dell’ultimo anno, il settore dell’acciaio ha vissuto una impennata dei prezzi fortissima, visto che sono saliti del 140% circa. Chi utilizza il metodo Fibonacci analisi tecnica ha visto il prezzo attraversare tutti i ritracciamenti.
Secondo gli ultimi dati, il prezzo di una tonnellata di coil, ossia il laminato più in uso nell’industria, è arrivata a sfiorare i 600 dollari. Il coils a caldo veleggia invece attualmente sui 1100 euro a tonnellata.

I produttori cinesi fanno festa

Nel frattempo, grazie a questa situazione i produttori cinesi attivi nel settore dell’acciaio stanno registrando profitti record. Hanno toccato i 24 miliardi di euro nel primo semestre dell’anno, con un incremento del 286% sul 2020. Secondo i dati del National Bureau of Statistics (NBS), la produzione ha fatto segnare un nuovo record mensile a maggio.
Nei primi cinque mesi dell’anno, la Cina ha prodotto 473,1 milioni di tonnellate di acciaio grezzo, in crescita del 13,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Link Sponsorizzati free

Contattaci sul sito se hai bisogno di sponsorizzare il tuo link!

1 - Diario Viaggi

2 - Come Fare Soldi

Tags: , , ,

No comments yet.

Add your response