Aziende

Sostenibilità: Gruppo Riva condivide le norme di sviluppo sostenibile

Gruppo Riva

Nella sfida ecosostenibile, l’operato di Gruppo Riva mira a creare un modello di economia circolare a supporto delle strategie green nazionali.

Gruppo Riva

Gruppo Riva: le attività del primo operatore siderurgico nazionale

Nato nel 1954 dal grande intuito di Emilio Riva – precursore della siderurgia italiana del dopoguerra – Gruppo Riva è diventato un player di grande rilievo nel settore espandendo la propria attività nei principali Paesi europei. Un’esperienza di oltre 60 anni e il progresso delle nuove tecnologie hanno permesso al Gruppo di ideare e proporre servizi e prodotti sempre più innovativi. Oggi Gruppo Riva conta cinque stabilimenti sul territorio nazionale (Caronno Pertusella, Lesegno, Sellero, Malegno e Cerveno in Valle Camonica), 21 siti produttivi presenti in Italia, Francia, Spagna, Belgio, Germania e Canada, e oltre 5.300 dipendenti. Innovazione, qualità, sostenibilità ambientale e sicurezza rappresentano la filosofia che guida l’operato del Gruppo.

Sostenibilità: l’impegno di Gruppo Riva

Quanto al profilo sostenibile, l’operato di Gruppo Riva risulta essere conforme alle norme di sviluppo sostenibile pubblicate dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero dell’Ambiente nel documento “Verso un modello di economia circolare per l’Italia”, finalizzato ad attuare la più ampia Strategia Nazionale per lo sviluppo sostenibile: il Gruppo mira infatti a guidare la transizione del settore siderurgico verso un’economia circolare. Il modello adottato da Gruppo Riva comprende sia i processi produttivi sia le abitudini e i comportamenti dei consumatori: le attività produttive del Gruppo sono focalizzate sull’innovazione tecnologia e sulla produzione sostenibile avvalendosi di processi produttivi all’avanguardia incrementati da risorse prodotte da fonti rinnovabili.

Link Sponsorizzati free

Contattaci sul sito se hai bisogno di sponsorizzare il tuo link!

1 - Diario Viaggi

2 - Come Fare Soldi

Tags:

No comments yet.

Add your response